Università degli Studi di Messina
Dipartimento di Scienze Pediatriche Mediche e Chirurgiche
Scuola di Specializzazione in Genetica Medica - Cattedra di Pediatria
Unità Operativa Complessa di Genetica e Immunologia Pediatrica
Direttore: professor Carmelo Salpietro
   
 Organizzazione generale
Home page
Dove siamo
 Area Clinica
Ricoveri ordinari
 DH e ambulatori 
Nutrizione - Dietetica - Ipertensione
Gastroenterologia ed Endoscopia
Genetica Clinica
Immunoallergologia
Immunoinfettivologia e Reumatologia
Microcitemia - Anemie carenziali ed enzimopeniche
Auxo-Endocrinologia
 Area Laboratoristica
Laboratorio Citogenetica
Laboratorio Genetica Molecolare
Laboratorio Immunogenetica
Laboratorio Microcitemia
 Area culturale
Didattica
Ricerca
Incontri settimanali
Congressi
 Utility
Staff
Prenotazioni online
Associazioni pazienti
 Area bambini
Benvenuti!
AudioFavole
Disegni
Per migliorare
Mappa del sito
Rassegna stampa
Posti letto per ricoveri ordinari
L'UOC di Genetica e Immunologia Pediatrica dispone di n. 16 posti letto per ricoveri ordinari siti al 3° piano.
Lo Staff
Prof. Carmelo Salpietro (direttore)
Prof. ssa Romina Gallizzi
(capo reparto)
Dott. Claudio Romano
Dott. ssa Caterina Munafò
Dott. ssa Silvana Briuglia
Dott. ssa Katia Cuppari
Afferiscono, in regime di ricovero, pazienti programmati con patologie genetiche (cromosomiche, mendeliane e multifattoriali) ed immunologiche. Inoltre a giorni alterni vengono accolti pazienti di Pediatria Generale inviati dal Pronto Soccorso Pediatrico.
I pazienti provengono da Messina e provincia e, per circa il 40%, da altre province siciliane e da altre Regioni, in particolare dalla vicina Calabria.
La struttura ha come obiettivo il costante miglioramento della qualità assistenziale mediante l'aggiornamento professionale e scientifico, la multidisciplinarietà, l'elaborazione di piani di lavoro e protocolli assistenziali condivisi con i Pediatri di Base e le varie strutture territoriali.
Uno degli obiettivi dello staff è la riduzione al minimo della ospedalizzazione.

Ricoveri: pratiche amministrative
1. L'accettazione amministrativa dei ricoveri viene effettuata al Servizio Accettazione ubicato al piano terra del Pad. E.
I documenti da presentare al momento del ricovero sono il libretto sanitario (rilasciato dall'A.S.L. di residenza) ed il codice fiscale.
Per richiedere copie di documentazione sanitaria (cartelle cliniche, controtipi rx, referti diagnostici, ecc.) rivolgersi direttamente all'Ufficio Cartelle Cliniche, ubicato al piano terra del Pad.L, per informazioni sulle modalità di rilascio.
2. Il ricovero urgente è disposto dal medico di turno presso il Pronto Soccorso Pediatrico, il quale individua il Reparto di destinazione in base alla patologia del paziente, compatibilmente con la disponibilità di posti letto, in stretta collaborazione con i sanitari delle Unità Operative di competenza o il medico di guardia interdivisionale
3. Uno dei genitori, salvo diversa disposizione del responsabile di reparto, può stare con il bambino giorno e notte. Per la notte è possibile utilizzare un letto a seconda delle disponibilità del reparto. Il vitto per l'accompagnatore non è previsto durante il periodo di degenza, può essere prenotato presso la mensa del Policlinico, previa richiesta del reparto, con pagamento a carico del genitore richiedente per gli importi previsti, oppure organizzandosi con punti ristoro esterni all'Azienda.
Vista l'esiguità dello spazio e la frequente necessità di stare svegli di notte, consigliamo agli adulti di portare per sé l'essenziale, pantofole e abiti comodi.
4. Il “bagaglio” dei bambini deve contenere il necessario per la toilette (spazzolino e dentifricio, sapone, pettine o spazzola, asciugamano, pannolini), pigiama o tutina, biancheria di ricambio, vestaglia e pantofole, abiti da giorno ed il giocattolo preferito.
5. Le visite ai pazienti ricoverati possono essere effettuate tutti i giorni dalle ore 12:30 alle ore 13:30 e dalle ore 18:00 alle ore 19:00. non sono ammessi in reparto minori di età inferiore ai 12 anni.
6. In caso di sostituzione del genitore accompagnatore, quest'ultimo insieme con la persona che lo sostituirà, dovrà darne comunicazione al personale infermieristico e firmare su apposito foglio.

Alcuni doveri per una serena convivenza
Per garantire la più serena convivenza in ospedale e il buon svolgimento di tutte le attività e servizi i genitori sono pregati di seguire alcune regole generali di comportamento:
a. è necessario rispettare le disposizioni aziendali per assicurare a tutti una civile convivenza, contribuendo a mantenere in ordine stanze e servizi igienici
b. nelle ore dedicate alle visite mediche i bambini non devono assentarsi dal reparto
c. è vietato somministrare ai bambini farmaci non prescritti dai medici
d. il fumo fa male: in Ospedale è assolutamente vietato fumare
e. controllate i vostri oggetti: l'azienda non risponde in caso di furti o smarrimenti
f. i telefoni cellulari vanno spenti nei reparti durante le visite mediche o su specifica indicazione del personale. In caso di necessità è possibile ricevere telefonate al telefono del reparto 090.221.2109.

Carta dei diritti del bambino in ospedale
Nella dichiarazione universale dei diritti dell'uomo delle Nazioni Unite si afferma che l'infanzia ha diritto ad un aiuto particolare e si riconosce il ruolo peculiare e centrale della famiglia per l'armonico sviluppo e per il benessere del minore. Il bambino ha il diritto di vivere in un ambiente familiare in un clima di felicità, amore e comprensione.
1. Il bambino ha diritto al godimento del massimo grado raggiungibile di salute.
2. Il bambino ha diritto ad essere assistito in modo "globale".
3. Il bambino ha diritto a ricevere il miglior livello di cura e di assistenza.
4. Il bambino ha diritto al rispetto della propria identità.
5. Il bambino ha diritto al rispetto della propria privacy.
6. Il bambino ha diritto alla tutela del proprio sviluppo fisico, psichico e relazionale.
7. Il bambino e/o i genitori hanno diritto ad essere informati sulle proprie condizioni di salute e sulle procedure cui è sottoposto con un linguaggio comprensibile ed adeguato.
8. Il bambino ha diritto ad essere coinvolto nel processo di espressione del consenso/dissenso alle pratiche sanitarie che lo riguardano.
9. Il bambino ha diritto ad essere coinvolto nel processo di espressione del consenso/dissenso ad entrare in un progetto di ricerca-sperimentazione clinica.
10. Il bambino ha diritto di manifestare il proprio disagio e la propria sofferenza. Ha diritto ad essere sottoposto agli interventi meno invasivi e dolorosi.
11. Il bambino ha diritto ad essere protetto da ogni forma di violenza, di oltraggio o di brutalità fisica e mentale, di abbandono o di negligenza, di maltrattamento o di sfruttamento, compresa la violenza sessuale.
12. Il bambino ha diritto ad essere educato ad eseguire il più possibile autonomamente gli interventi di "autocura" e in caso di malattia ad acquisire la consapevolezza dei segni e dei sintomi specifici.
13. Il minore ha diritto di usufruire di un rapporto riservato paziente-medico.
14. Il bambino e la famiglia hanno diritto ad una assistenza consapevole.

Per udire è necessario installare QuickTime-Il risultato della voce sintetizzata è un software protetto da Copyright
Progettazione e programmazione micSoft Copyright © - Tutti i diritti riservati
Fare click su "Play" per ascoltare o su "Stop" per bloccare qualsiasi voce, anche quella di accesso